Sito ufficiale CnosFAP
......................................................



 
 

Chi siamo

I SALESIANI A MILANO

I Salesiani giunsero a Milano il 7 dicembre 1894 ed iniziarono provvisoriamente il loro lavoro in una casetta di via Commenda con Oratorio e modesta scuola per alcuni ragazzi. Con l′aiuto di un vasto comitato cittadino di Cooperatori Salesiani, il 4 novembre 1895 fu posta la prima pietra del grandioso edificio, su progetto dell′architetto Cecilio Arpesani, in via Copernico, allora del tutto isolata fra prati e ortaglie di periferia.
Dopo solo venti mesi, il 15 aprile 1897 era inaugurata la prima ala del nuovo Istituto prospiciente su via Copernico, provvisto di aule e attrezzati laboratori. Con l′anno scolastico 1897-98 si iniziarono le "Scuole di Arti e Mestieri" per "tipografi, legatori di libri, falegnami, sarti e calzolai" secondo il modello pedagogico, didattico e organizzativo ormai consolidato nelle scuole salesiane d’Italia, d’Europa e dell’America Latina.
Più tardi, si aggiunsero laboratori per scultura in legno e ceramica. L′abilità dei maestri e degli allievi è segnalata dai Premi conferiti agli elaborati degli allievi delle Scuole Tecnico-Professionali fin dai primi anni del 1900, nell’ambito di Esposizioni Nazionali e Internazionali. In anni successivi, alla prima ala se ne aggiunsero altre, a completamento del progetto Arpesani che affiancava alla erigenda chiesa di Sant′Agostino due ampli quadrilateri con due cortili centrali.
Trovarono così collocazione dal 1936, sul lato destro, le Scuole Tecniche e Professionali con laboratori rinnovati, aule e strutture didattiche adeguate alle nuove esigenze della scuola. Dal 1966, l′Istituto Salesiano Sant′Ambrogio per il notevole aumento degli allievi si articola in due autonome Comunità educative di cui una è il "Don Bosco" per il Centro di Formazione Professionale (CFP).
Attualmente la Formazione Professionale è associata all′Ente CNOS/FAP (Centro Nazionale Opere Salesiane/Formazione e Aggiornamento Professionale).
Le Scuole Professionali don Bosco, in costante sintonia con la cultura del lavoro e l’evoluzione delle tecnologie, si sono sviluppate nei tre settori: Meccanico, Elettromeccanico/Elettronico, Grafico.
Oggi l’Opera salesiana costituisce per Milano e il suo hinterland un polo scolastico formativo a servizio di una vasta fascia di giovani: per le loro diverse attitudini e i molteplici progetti professionali e di vita.


PERCORSI DI QUALIFICA
L’IFP (Istruzione Formazione Professionale) eroga corsi di formazione professionale iniziale, continua e superiore e per l′erogazione dei servizi di orientamento. I suoi indirizzi professionali sono i seguenti: 
- Grafico Multimediale 
- Settore Meccanico 
- Elettronico/Elettromeccanico
Il Centro - accreditato e convenzionato con la Regione Lombardia - organizza corsi di Istruzione e Formazione Professionale (IFP) che permettono l’assolvimento dell’Obbligo di Istruzione. Essi tendono al raggiungimento di un Profilo formativo in linea coi Livelli Essenziali delle Prestazioni definiti dallo Stato e degli standard formativi minimi formulati a livello nazionale e regionale.
Al termine del percorso triennale, l’allievo/a consegue l’Attestato di Qualifica IFP (II livello europeo) riconosciuto in Italia e in Europa, valido per l’inserimento nel mondo del lavoro. La Qualifica fornisce all’allievo una cultura di base, lo pone in grado di sviluppare competenze operative di processo e di utilizzare in autonomia le tecniche e le metodologie previste.
La Qualifica permette l’accesso al quarto anno di IFP con il quale, secondo l’Intesa fra Regione Lombardia e MIUR del 16/03/2009, si consegue il Diploma professionale di Tecnico di Istruzione e Formazione professionale (III livello europeo). Il Diploma sulla base della normativa vigente costituisce titolo per l’accesso ai pubblici concorsi e consentirà l’accesso al quinto anno che, sempre a seguito della citata Intesa del 16/03/2009, è finalizzato a sostenere l’esame di Stato valido anche per l’ammissione all’Università; in alternativa costituirà credito formativo per il passaggio all’Istituto Tecnico settore tecnologico. La figura del Tecnico di IFP persegue finalità generali, non solo di carattere professionale, ma anche educative e culturali; tende infatti al rafforzamento del processo di maturazione della persona attraverso una maggiore capacità di comprensione della realtà, una più decisa e puntuale capacità di giudizio e di decisione, una più approfondita sensibilità etica e sociale. La dimensione professionale è finalizzata all’acquisizione da parte degli allievi di abilità cognitive e pratiche che consentono di ricoprire livelli di responsabilità e di autonomia nello svolgimento delle varie attività, e più in generale, nelle modalità di comportamento nei vari contesti sociali e lavorativi.

Le ore settimanali di tutti i percorsi sono mediamente 29, a cui si aggiungono - a cominciare dal secondo anno - ore di stage aziendale.
L’orario settimanale da lunedì al venerdì avrà la seguente scansione: lunedì e martedì: 08.00-16.00; mercoledì, giovedì e venerdì: 08.00-13.00.
Nei giorni di giovedì e venerdì gli allievi che lo desiderano possono fermarsi fino alle 16.00 per lo studio personale assistito.
Nei pomeriggi liberi i docenti possono convocare gli allievi bisognosi di ricupero e sostegno.
Il Progetto Educativo Salesiano amplia l’offerta formativa regionale ponendo un’attenzione specifica alla formazione integrale del giovane. In particolare, oltre al costante aggiornamento delle tecnologie, l’Istituto Salesiano assicura figure educative che affiancano il cammino di crescita degli allievi, organizza attività sportive, ricreative, aggregative e di assistenza nei pomeriggi; mette a disposizione ambienti idonei dotati di tutti i mezzi tecnici necessari, costantemente adeguati ed in efficienza.
Borse di studio vengono assegnate ad allievi meritevoli (le cui famiglie si trovano in difficoltà economiche), presentando richiesta, entro il mese di giugno, alla Direzione con opportuna documentazione (autocertificazioni, certificazione ISEE)

 

 

 

......................................................................................................................................................................
Link Case Salesiane
....................................................................
......................................................................
......................................................................
......................................................................
......................................................................
......................................................................

......................................................

 
 
......................................................

 
 
......................................................